Novafeltria. ANPI spiega le ragioni di un NO

Riceviamo e pubblichiamo

Sabato 26 novembre, alle ore 17 , presso il Municipio di Novafeltria , l’ANPI  organizza un incontro  sul referendum costituzionale d domenica 4 dicembre.  Ad introdurre le ragioni del NOsarà Giusy Del Vecchio, presidente della sezione di Santarcangelo, a seguire   il prologo di “Attilio ed i regoli “,  che con uno sguardo ironico raccontano le tante contraddizioni di questo delicato passaggio istituzionale, al termine Tamer Favalli, responsabile  dell’ANPI della provincia di Forli’ Cesena, affronterà nel dettaglio l’impegno della sua associazione   contro  una riforma   non condivisa,  fatta  “l’uno contro l’altro”.

Le regole alla base di una comunità , come ci hanno saggiamente insegnato i padri costituenti e  com’e’ costume in qualsiasi  ambito di buon senso,  devono essere   frutto di un accordo in grado, attraverso la mediazione, di  unire  punti di vista ed interessi diversi. Ribaltare il tavolo ed urlare ai quattro venti  slogan pubblicitari è  un metodo che non appartiene a chi ha cuore i valori della partecipazione e della democrazia.

Il NO al referendum non è un NO al cambiamento , ma ad una riforma piena di pasticci  ed asservita ad una logica leaderistica,  costruita   per dare risposta ai mercati piuttosto che ai cittadini. Per questo l’Associazione invita la cittadinanza ad intervenire all’incontro di sabato e nell’occasione a tesserarsi,  creando anche in Alta Val Marecchia un  punto di aggregazione  per quanti hanno a cuore i valori dell’antifascismo alla base della nostra repubblica.